0
Sano Stile di Vita Cerca nel sito:
Decalogo Osservatorio Informazione e Ricerca
Interventi: Alimentazione Attivitá Fisica

Convegno Federsalus Materiali Convegno

Stampa Eventi


Domanda postata Lun 03 Mag 2010

Cosa si intende per Sano stile di Vita relativamente all’aspetto nutrizionale?

Dichiara il Professor Andrea Strata, Docente di Nutrizione Clinica presso l’Università di Parma:
 
“Relativamente ad un sano stile di vita, limitandoci agli aspetti nutrizionali, possiamo innanzitutto suggerire una regolarità nella assunzione dei pasti. Molte persone infatti saltano o riducono al minimo i pasti o limitano la prima colazione ad un solo caffè, o consumano a pranzo uno snack veloce, un panino, concentrando l’apporto nutritivo nel pasto serale. Questo comportamento dal punto di vista nutrizionale rappresenta sicuramente un grossolano errore. L’assunzione del cibo dovrebbe invece essere più correttamente distribuita nella giornata, rispettando gli orari e frazionando opportunamente gli alimenti in tre pasti (colazione, pranzo, cena).
 
La prima colazione è molto importante per iniziare bene la giornata e dovrebbe prevedere latte o yogurt (indispensabile nel bambino come nell’adulto e nell’anziano per l’apporto di calcio biodisponibile e proteine ad elevato valore biologico), oltre ai cereali, come biscotti, fette biscottate o altri prodotti da forno.
Certamente il pranzo non può più essere contemplato molto abbondante come era anni fa, perché nel pomeriggio vi è necessità di attenzione, vigilanza e lucidità, per cui il suggerimento è per un pasto “leggero” e facilmente digeribile (bresaola, prosciutto, pesce, uovo, o un po’ di formaggio, accompagnati da un po’ di pane, verdure e un frutto).
Nel pasto serale largo spazio sempre agli ortaggi, molto importanti per l’apporto di vitamine, fibra, minerali, e per l’effetto volumetrico saziante. Essi contengono inoltre principi attivi ad effetto antiossidante e “protettivo” dello stato di salute (licopene, polifenoli, bioflavonoidi, ecc.).
 
Ovviamente la razione alimentare deve prevedere spazio anche per la pasta ma senza esagerare, ed alternando a minestroni di verdura con poca pasta, riso, considerando il dilagare anche nel nostro paese del sovrappeso e dell’obesità. Infine giusto spazio, in alternanza, a carni, e soprattutto pesci limitando i grassi saturi e privilegiando l’ olio d’oliva, completando inoltre la cena, dove non vi siano controindicazioni, con un buon bicchiere di vino.”.

Archivio Domande