0
Sano Stile di Vita Cerca nel sito:
Decalogo Osservatorio Informazione e Ricerca
Interventi: Alimentazione Attivitá Fisica

Convegno Federsalus Materiali Convegno

Stampa Eventi



Categoria: Alimentazione. Inserito Lun 16 Lug 2012

Ruolo della vitamina D nella prevenzione delle fratture

L’importanza di un adeguato apporto di vitamina D per la salute dello scheletro č universalmente riconosciuta.
 
 
L’importanza di un adeguato apporto di vitamina D per la salute dello scheletro è universalmente riconosciuta; le metanalisi che hanno valutato l’effetto della supplementazione di questa vitamina sul rischio di fratture, tuttavia, hanno sinora fornito risultati contrastanti. In questo lavoro sono stati combinati i risultati di 11 studi randomizzati e controllati che avevano valutato l’effetto della supplementazione di vitamina D, in associazione o meno con il calcio, sul rischio di fratture dell’anca e non-vertebrali in 31.022 anziani con oltre 65 anni. Comparando i soggetti che avevano effettuato una supplementazione con vitamina D, indipendentemente dalla dose, con i corrispondenti controlli non supplementati, è emerso tra i primi un ridotto rischio sia di fratture all’anca che non-vertebrali (Hazard Ratio, o HR, rispettivamente di 0,90 e 0,93). Considerando anche le dose previste nel trattamento, invece, risultava significativa solo l’associazione tra supplementazioni di >10 μg/die di vitamina D ed il rischio di fratture non-vertebrali (HR=0,89). Considerando che numerosi studi inclusi nello studio consentivano supplementazioni aggiuntive a quelle previste dalla sperimentazione, è stato valutato anche l’effetto degli apporti di vitamina D reali (aggiustati in funzione dell’aderenza agli studi): in questo caso si osserva una riduzione del rischio di entrambe le tipologie di fratture (HR= 0,70 e 0,86) tra i soli soggetti con un apporto totale ≥20 μg/die. I risultati di questo lavoro dimostrano pertanto che solo apporti relativamente elevati di vitamina D riducono significativamente il rischio di fratture nella popolazione con più di 65 anni.