0
Sano Stile di Vita Cerca nel sito:
Decalogo Osservatorio Informazione e Ricerca
Interventi: Alimentazione Attivitá Fisica

Convegno Federsalus Materiali Convegno

Stampa Eventi



Categoria: Informazione e Ricerca. Inserito Ven 30 Apr 2010

Linee guida OMS

Negli ultimi anni, sovrappeso e obesitą sono diventati un problema di salute pubblica nei Paesi occidentali. Per fare fronte al problema l'Oms ha recentemente sviluppato una Linea Guida intitolata Strategia globale su dieta, attivitą fisica e salute
Negli ultimi anni, sovrappeso e obesità sono diventati un problema di salute pubblica nei Paesi occidentali. In Italia ne soffrono 4-5 abitanti su 10, con tassi che sono ancora più elevati nelle regioni meridionali e che tendono ad aumentare. Il fenomeno riguarda anche i bambini, con una prevalenza che è tra le più alte d'Europa. I dati rilevati sono particolarmente preoccupanti, in quanto un bambino obeso è probabile che lo sia anche da adulto. Accanto all'alimentazione non equilibrata, la sedentarietà rappresenta un altro fattore che favorisce il sovrappeso e l’obesità, e che caratterizza lo stile di vita di molti adulti e bambini.
 
Per fare fronte al problema l'Oms ha recentemente sviluppato una Linea Guida intitolata Strategia globale su dieta, attività fisica e salute. Tra i punti principali e i consigli da seguire, ci sono l'aumento del consumo di frutta e verdura, la sostituzione dei grassi animali insaturi con quelli vegetali insaturi, la riduzione della quantità e delle proporzioni di grassi, sale e zucchero e l'attività fisica giornaliera.
 
Considerando la situazione allarmante l’OMS ha proposto una “Strategia globale su dieta, attività fisica e salute” che coinvolga istituzioni pubbliche e private per promuovere stili di vita salutari nelle scuole, per contribuire a ridurre i rischi derivanti da una alimentazione non corretta e da una ridotta attività fisica. L’obiettivo è quello divulgare una cultura della salute necessaria per stabilire una rete di enti e istituzioni che condividano questi obiettivi e definiscano ruoli, regole, modalità di azione e valutazione. E’ importante che vengano pianificate diverse iniziative che dovranno coinvolgere non soltanto le istituzioni nazionali, ma anche, le famiglie, la scuola, i servizi sanitari e sociali, i medici di medicina generale e i pediatri, le associazioni non governative, i mass media, i centri riabilitativi e terapeutici, i club sportivi.
 
 
Fonte: Linee Guida OMS